Si è appena concluso a Parma il Salone del Camper 2016, la seconda più importante manifestazione europea del caravanning e del turismo en plein air.

Avete mai fatto un viaggio in camper? Io mai, ma mi ha sempre affascinato l’idea di decidere di partire all’improvviso e portare con sè solo la voglia di sentirsi liberi.

img_2078-1

img_2083

Certo non ci si può improvvisare camperisti ed ecco perchè sono andata a farmi un’idea, proprio lì nel paradiso dei camper ed affini,  sui vari tipi esistenti e sulle diverse “comodità” che offrono. Doccia si o doccia no, letto basculante o letto fisso, bagno in fondo o bagno laterale? Dire che sono tornata a casa più confusa di prima è dire poco quindi per prima cosa mi armerò di pazienza e incomincerò a documentarmi per benino sull’argomento prima di partire per una qualsiasi vacanza  en plein air. Tanto per iniziare, per chi come me è ancora alle prime armi, vi consiglio di andare a visitare questo sito www.camperonline.it che mette ben in chiaro tutti i pro e contro da tenere in considerazione.

 

img_2075

Dopo aver trascorso diverse ore a girovagare tra i vari padiglioni mi sono imbattuta nello stand di “In Camper con gusto” , un’Associazione di Promozione Sociale nata dalla passione di Angela, camperista da quasi 20 anni insieme al marito e ai suoi amici a 4 zampe, che vuole stimolare il turista itinerante con suggerimenti maturati dalla loro esperienza ad entrare in contatto diretto con il paesaggio e le persone che si incontrano durante il cammino.

Personalmente mi è piaciuta molto l’idea di promuovere il loro territorio (Piacenza, Parma e Reggio Emilia) sia dal punto di vista culturale che enogastronomico creando una rete di contatti con diverse aziende della zona che offrono la possibilità di “ospitare” all’interno dei loro confini,  uno o al massimo due campers, garantendo una sosta tranquilla e sicura ed una visita dell’azienda dove poter assaporare i loro prodotti.

Ecco come si presentano con le loro parole: ” cerchiamo quelle eccellenze che possano lasciare un ricordo indelebile, piccole aziende agricole che producono piante officinali e riscoprono grani antichi in maniera rispettosa dell’ambiente che la circonda, una cantina vitinicola che offre il meglio della sua passione in un bicchiere di vino o in un caseificio che sa trasformare il latte nel re di formaggi“. La loro passione ed il loro entusiasmo nella ricerca di piccole produzioni di nicchia, sconosciute ai più, mi hanno totalmente affascinata perchè sono in perfetta sintonia con la mia idea di turismo in piena libertà ma in totale sicurezza, con la possibilità di conoscere piccoli angoli di paradiso e produttori locali che hanno fatto del loro lavoro un vanto.

Allora, vi ho fatto venire voglia di fare un bel viaggetto in camper? sapete che vi dico, io quasi quasi mi organizzo e parto, magari ospite di qualche amico con più esperienza di me in fatto di camper che è meglio!

Intanto una soluzione più comoda e adatta a tutti l’avrei trovata, guardate che carina questa idea 😉

img_2084

img_2088

Buon viaggio a tutti

Samantha

Annunci