Al giorno d’oggi, se deciderete di cucinare per qualcuno, dovrete tenere conto di allergie, intolleranze e regimi alimentari, dovrete concordare un menù con largo anticipo e farlo firmare e timbrare per accettazione.


Ovviamente il mercato segue le tendenze e cerca di soddisfare tutti i bisogni.

Secondo me, a prescindere da quale regime alimentare si decida di seguire è importante non basarsi troppo sui cibi pronti.

È inutile comprare un prodotto light se al posto dei grassi ci troviamo una marea di ingredienti poco salutari per aggiustare il sapore.

È inutile volere a tutti i costi un pesto vegano se dentro a quel pesto ci sono ingredienti mai sentiti prima e con nomi impronunciabili.

È ridicolo atteggiarsi a green e comprare dei prodotti di provenienza estera a millemila km da noi ecc

Qualsiasi dieta si decida di seguire è importante che sia bilanciata e soprattutto costituita da cibo fatto possibilmente in casa e con materie prime dall’origine conosciuta nei limiti del possibile. Se proprio ci troviamo a comprare un cibo pronto almeno leggiamo con quali ingredienti è stato fatto.

C’è da dire che quando si compra qualsiasi cosa, in quel momento, ci si sta affidando ad un produttore, un laboratorio, un’industria, una cucina e bisogna essere consapevoli che non sapremo mai tutto.

Chi vende cerca sempre di farci apparire quel prodotto al meglio puntando sugli aspetti positivi, mascherando quelli negativi e valorizzando caratteristiche improbabili.Un classico esempio è quello del tonno a pinne gialle, infatti non è vero che è di qualità come vorrebbero farci credere, se così fosse non lo userebbero di certo per metterlo nelle scatolette a prezzi così bassi. Infatti, i tonni più pregiati sono venduti a caro prezzo.

Non dimentichiamoci di usare la nostra testa, di seguire la natura e i suoi cicli senza forzarla e di mettere sempre in dubbio quello che ci viene detto da chi ci deve vendere qualcosa.

Infine il consiglio della nonna…non compriamo quello che non conosciamo, almeno informiamoci prima!

Laura Feadda