Con questo articolo vorrei inaugurare una nuova sezione di questo blog dedicata alla cosmetica naturale rispettosa dell’ambiente.

Sin da piccola ho sempre pasticciato con gli alimenti per costruirmi da sola i cosmetici per la pelle e i capelli.

Articolo dopo articolo vi svelerò insieme a Samantha le ricette che ci accompagnano da anni ma oggi vi vorrei parlare di un marchio che mi ha colpita particolarmente.

Mentre passeggiavo per Pisa mi sono imbattuta in un piccolo negozio molto carino che somigliava ad un frutta e verdura ma invece vendeva cosmetici naturali quasi tutti sfusi.

La commessa mi ha spiegato la filosofia dell’azienda e mi ha guidata nella scelta dei prodotti. Il tutto mi è piaciuto subito.

Fonte: http://pin.it/BxxIPya

 Lush utilizza solo frutta e verdura bio (alimenti freschi) vegetariani e vegani per realizzare cosmetici con una forte attenzione all’ambiente e non testati sugli animali . L’azienda è nata nel sud dell’Inghilterra nel 1995 e oggi conta 900 negozi nel mondo.

Di questi prodotti mi piace la formulazione studiata per sfruttare le proprietà autoconservanti. Per questo motivo troviamo in forma solida il dentifricio, lo shampoo, il balsamo, olii per il corpo, le famose bombe da bagno ecc.

Il formato solido è molto pratico in viaggio, non necessita di essere confezionato e non ha sprechi.

Lush seleziona le materie prime che devono essere coltivate eticamente e si assicura che l’acquisto abbia un impatto positivo per le comunità presso le quali raccolgono gli ingredienti. Esiste un fondo (Slush Fund) dove converge il 2% della spesa totale per materie prime e packaging. Il ricavato viene utilizzato per avviare da zero progetti a sostegno delle comunità locali e progetti di agricoltura sostenibile.

Un prodotto simbolo di Lush è la Charity Pot, una crema viso e corpo il cui ricavato viene interamente devoluto ad associazioni che lottano per la difesa dei diritti umani, ambientali o animali.

La riduzione del packaging è stato uno dei primi obiettivi sin dalla nascita del brand.

Io ho comprato shampoo e balsamo solidi con i quali mi trovo benissimo e un prodotto in crema per lo styling dei capelli che ha un profumo pazzesco di vaniglia (che io adoro) e che a leggere gli ingredienti lo mangerei. 

La piccola confezione è in plastica riciclata e, una volta terminato il prodotto si può riportare in bottega. Riportando 5 vasetti si ha in regalo una maschera fresca! So che la mia crema l’ha fatta Zac in Croazia il 13-9-16 e posso usarla entro il 13-11-17. Se ne usa pochissimo e se vi dovesse interessare provarla si chiama “Hair Custard”.

Direi che non potevo inaugurare questa sezione meglio di così perché questo marchio rispetta la filosofia di questo blog alla perfezione.

Vorrei precisare che ho scritto questo articolo di mia iniziativa. Lush non mi paga! 

Io penso che sia ora di smetterla di spalmarci addosso prodotti sintetici che oltre a farci male inquinano con la loro formula e la loro confezione.

Non ci rendiamo conto di quanto silicone utilizziamo ogni giorno sulla nostra pelle, di quanti derivati del petrolio, conservanti ecc persino sui neonati. Spendiamo un sacco di soldi per prodotti che non meritano qualitativamente parlando.

Aprendo la dispensa della nostra cucina troviamo tutto quello che ci serve per essere sempre al TOP della forma.

Scommettiamo? Continuate a seguirci…

Laura Faedda

Foto anteprima: fonte http://pin.it/BxxIPya 

Annunci