Non potrei mai fare a meno di una buona crema per le mani e per il corpo specialmente in inverno, infatti nella mia borsa non manca mai una piccola confezione per le emergenze.

Non è facile trovare in commercio una crema genuina che ti fa sentire sicura di cosa ti stai spalmando davvero sulla pelle.

Un po’ per questo motivo e un po’ per soddisfazione personale ho pensato di arrangiarmi da sola e condivido volentieri con voi la mia ricetta.

Recuperate un barattolo di vetro possibilmente con l’apertura ampia capace di contenere circa 100 ml. Pulitelo bene sterilizzandolo in acqua bollente o pulendolo con alcool assoluto.

Vi farà comodo una bilancia che pesi anche piccole quantità. Si trovano versioni tascabili per pochi euro.

Vi occorrerano inoltre:

  • Acqua di rubinetto 60 gr (oppure infuso di ibisco se volete colorarla di rosa)
  • Olio di mandorle dolci 35 gr
  • Cera d’api biologica non raffinata 2 gr
  • Burro di cacao 1 gr (quello per cucinare va benissimo)
  • Olio essenziale di rosmarino 5 gocce
  • Estratto di semi di pompelmo 25 gocce

Troverete quasi tutto in erboristeria. La cera d’api la troverete presso un apicoltore.

Rosemary Cream ancora calda!
Procuratevi anche un termometro da cucina e un montacapuccino a batterie (potete fare anche a mano ma con pochi euro avrete un risultato migliore). Infine vi serviranno due pentolini che riempirete di acqua per scaldare a bagnomaria.

In uno dei pentolini per il bagnomaria mettete un contenitore con i 60 gr di acqua che dovrete portare a 71 gradi centigradi cercando di farla evaporare il meno possibile.

Nell’altro pentolino mettete il contenitore che avrete scelto per la vostra crema con dentro il burro, l’olio e la cera. Fate fondere il tutto e arrivate a 71 gradi centigradi.

Una volta che sia l’acqua che gli altri ingredienti saranno arrivati a 71 gradi centigradi togliete tutto dal bagnomaria e incorporate l’acqua a filo alla parte grassa e nel mentre frullate tutto con la mini frusta. Continuate a frullare per minimo 5-8 minuti e al termine aggiungete il conservante (estratto di semi di pompelmo) e l’olio di rosmarino e frullate ancora.

Lasciate raffreddare senza coperchio e quando la crema avrà raggiunto la temperatura ambiente chiudete il barattolo.

Rosemary Cream pronta!
Se vorrete potreste anche dispensare la crema in vasetti più piccoli per una questione igienica. 

Considerate infatti che essendo molto naturale è più delicata e dovremo avere l’accortezza di avere le mani pulite prima di prelevarla dal vasetto.

Scrivete sul vasetto la data di produzione e considerate che si manterrà per circa un mese. Comunque buttatela se dovesse presentare muffa o altre alterazioni.

Potrebbe capitare che si separi un pochino di acqua ma questo non influirà sulle prestazioni della crema.

Vedrete, basterà una piccolissima quantità per avere una pelle morbida e profumata. Massaggiate sino a completo assorbimento.

Aspetto le vostre testiminianze!

Laura Faedda

Annunci