Con la bella stagione aumentano le occasioni di condividere una grigliata con amici. Per fortuna un ingrediente immancabile in questi casi è il rosmarino. Siate generosi quando lo utilizzerete in queste occasioni. Volete sapere perché? Leggete cosa ho scoperto sul suo conto…

Il rosmarino infatti non è utilizzato ampiamente soltanto in cucina per modificare e migliorare i sapori ma è anche molto utilizzato in medicina per prevenire e curare raffreddori, reumatismi, dolori muscolari e articolari. Oggi rappresenta una delle fonti più popolari di composti bioattivi naturali, e infatti questa pianta esercita varie attività farmacologiche quali antibatterico, antidiabetico, antinfiammatorio, antitumorale e antiossidante.

A partire dagli anni ‘90 c’è stato un crescente interesse terapeutico per il rosmarino. La comunità scientifica ha indagato con studi in vitro e in vivo sulle sue diverse attività biologiche, come antiossidante, antinfiammatorio, analgesico ecc.

I costituenti più importanti del rosmarino (Rosmarinus officinalis L.), farmacologicamente attivi sono l’acido carnosico, il carnosolo, l’acido rosmarinico e l’olio essenziale e sono il principale bersaglio degli studi scientifici.

Rosmarinus officinalis L. ha un futuro promettente nel campo medico, in particolare nel trattamento e nella prevenzione di vari tumori, malattie infettive e malattie sempre più emergenti come la depressione, il morbo di Alzheimer e il morbo di Parkinson.

Gli estratti ottenuti dal rosmarino sono stati usati come antiossidanti naturali, migliorando la durata di conservazione degli alimenti deperibili. In effetti l’UE ha approvato l’estratto di rosmarino (E392) come antiossidante naturale sicuro ed efficace per la conservazione degli alimenti.

Vari studi dimostrano che il rosmarino ha un potere antiossidante superiore al BHA e al BHT che sono due sostanze di sintesi usate come antiossidanti nell’industria alimentare che impediscono a grassi come il burro o lo strutto di deteriorarsi.

La commissione tedesca ha approvato l’utilizzo di foglie di rosmarino per cirare la dispepsia, l’ipertensione e i reumatismi a dosi di 4-6 grammi al giorno. Invece l’olio essenziale è stato approvato nella dose di 0,1-1 ml al giorno.

Nella medicina tradizionale, le foglie di rosmarino sono utilizzate per le loro proprietà antibatteriche, carminative e analgesiche per muscoli e articolazioni. Inoltre gli oli essenziali e gli estratti ottenuti da foglie e fiori sono usati per trattare ferite minori, eruzioni cutanee, mal di testa, dispepsia, problemi circolatori ma anche come espettorante, diuretico e antispasmodiconelle coliche renali.

Attività antitumorale

Come è risaputo, i polifenoli sono composti in grado di modulare la crescita e la differenziazione cellulare e quindi di interferire con lo sviluppo e la progressione del tumore. Siccome il rosmarino è ricco di composti fenolici, molti studi sono stati mirati all’attività antitumorale.

Tra i tumori più studiati in vitro troviamo il melanoma, il cancro del colon, il carcinomaepatico e la leucemia.

Da esperimenti in vivo l’acido carnosico e i suoi derivati si sono rivelati efficaci nel prevenire lesioni gastriche provocate sperimentalmente nei topi. Inoltre l’estratto di rosmarino si è dimostrato chemiopreventivo nel tumore mammario indotto nei ratti.

Se siete amanti della carne alla brace saprete quanto questa sia considerata dannosa. Il problema sta proprio nella temperatura di cottura che più è alta più incrementa lo sviluppo di ammine eterocicliche (HCA) che sono sostanze cancerogene. Le HCA infatti iniziano a svilupparsi 4 minuti dopo che la temperatura ha raggiunto i 178°C in carne e pesce ma non in frutta e verdura. Più si allungano i tempi di cottura più si accumulano HCA. Questo avviene anche se il cibo viene fritto.

Ma ho una buona notizia!

Alcuni ricercatori austriaci hanno scoperto che cospargendo la carne con del rosmarino prima di grigliarla le HCA diminuivano del 61%. Questi studi sono stati ripresi anche da altri ricercatori confermando gli stessi risultati. Utilizzando degli estratti di rosmarino si potrebbe cucinare mantenendo la temperatura elevata.

Il rosmarino può agire anche come protezione contro le radiazioni ultraviolette del sole (raggi UV) che sono determinanti nel processo di invecchiamento della pelle e sono responsabili dell’aumento del rischio di tumori cutanei.

Da studi condotti alla Rutger University sui topi è emerso che il carnosolo ha ridotto del 61% lo sviluppo di tumori cutanei indotti.

Un gruppo di ricercatori italiani invece ha scoperto che l’estratto di rosmarino ha ridotto significativamente la crescita di due tipi di melanoma.

Attività antinfettiva

Il rosmarino è ampiamente utilizzato come conservante alimentare perchè è nota la sua potente attività antibatterica.

Il crescente fenomeno dell’antibioticoresistenza spinge la ricerca scientifica a cercare nuovi antimicrobici.

L’olio essenziale di rosmarino ha un potere antimicrobico maggiore rispetto ai suoi singoli componenti. Si è scoperto che oltre ad un’attività antibatterica e antifungina, l’acido carnosico contenuto nel rosmarino ha anche azione contro il virus sinciziale respiratorio umano.

Attività antinfiammatorie e analgesiche

Nella medicina popolare il rosmarino è noto per le sue proprietà terapeutiche contro il dolore addominale e per il trattamento delle malattie infiammatorie respiratorie come l’asma bronchiale.

Al momento non è chiaro se gli integratori a base di rosmarino possono essere usati in sicurezza per ridurre l’uso di farmaci anti-infiammatori non steroideio e steroidei ed è necessario raccogliere un maggior numero di dati.

CNS e attività sul sistema endocrino

È stato dimostrato che il rosmarino riduce la glicemia in diversi studi in vivo. Alcuni studi in vitro e in vivo hanno riportato un’inibizione della lipasi gastrica nello stomaco dei ratti, dopo un trattamento ad alto contenuto di acido carnosico, che ha portato ad un miglioramento dei profili dei trigliceridi. L’acido carnico insieme al carnosolo si sono dimostrati i composti più rilevanti sul controllo glicemico.

L’acido rosmarinico sembra avere un potenziale contro le malattie neurodegenerative.

In uno studio si è indagato sull’effetto delle polvere di foglie di rosmarino essiccate sulla performance cognitiva utilizzando una dose che si può normalmente usare in cucina. I risultati hanno riportato una significativa velocità di memoria (un potenziale predittore utile della funzione cognitiva durante l’invecchiamento).

Il solo atto di inalare olio essenziale di rosmarino riduce i livelli di cortisolo (ormone dello stress). Lo stress ossidativo fa invecchiare le cellule e svolge un’azione cruciale in tutte le patologie croniche come le malattie cardiovascolari, il cancro, il morbo di Alzheimer e il processo di invecchiamento.

Interessante sapere che il trattamento con estratto di rosmarino si è dimostrato efficace quanto il Prozac nel trattamento della depressione in cavie da laboratorio.

In ambito Beauty invece è risaputo che l’olio di rosmarino frizionato nel cuoio capelluto favorisce la crescita e la robustezza dei capelli.

Io stessa preparo per me una crema per il viso con olio essenziale di rosmarino per le sue proprietà antirughe.

Interessante anche l’utilizzo del rosmarino nella preparazione di long drink. Se vi trovate a Savona nella vecchia darsena cercate il “The Balance” e chiedete a Tiziana Borreani di prepararvi il suo “Rosemary”. È senza dubbio la mia prima scelta dalla loro ricca e interessante offerta.

Fortunatamente il rosmarino è facile da reperire sia fresco che essiccato. Possiamo tranquillamente tenerne un vaso nel nostro terrazzo e utilizzarlo fresco poichè sarà verde tutto l’anno. In alternativa possiamo utilizzarlo essiccato perchè mantiene perfettamente la sua intensità inoltre mantiene l’aroma e tutti gli oli volatili anche quando viene macinato.

Ora non vi resta che sbizzarrirvi in cucina o in cosmetica grazie anche ai consigli di Food&Beauty!

Iniziate da La tana dell’ecoidea che ci propone queste fantastiche e velocissime focacce al rosmarino

per poi scoprire tutte le altre interpretazioni Nel mondo Food and Beauty!

Laura Faedda

Annunci